Il Portale della psichiatria e della psicologia

Vai ai contenuti
Pagine interne
Il 9 aprile è morto a Roma Giovanni Liotti, psichiatra, psicoterapeuta, fondatore nel 1978 insieme a Vittorio Guidano,  della Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva (SITCC),  di cui è stato anche Presidente. Aveva 73 anni e fino al 1985 è stato ricercatore all'Università  "La Sapienza" di Roma. Considerato il fondatore del cognitivismo evoluzionista, orientamento teorico basato sui presupposti dell'epistemologia evolutiva, della teoria dell’attaccamento e dei sistemi motivazionali interpersonali, Liotti ha insegnato all'Università Salesiana di Roma e in molte scuole di specializzazione in psicoterapia, in Italia e all’estero. E’ stato anche tra i fondatori dell’ARPAS, l’Associazione per la Ricerca sulla Psicopatologia dell’Attaccamento e dello Sviluppo. Il suo interesse si è focalizzato principalmente sullo studio della connessione tra dissociazione psicopatologica e attaccamento disorganizzato; per i suoi lavori ha ricevuto nel 2005 il premio Pierre Janet’s Writing Award. Ha pubblicato moltissimi articoli in riviste scientifiche nazionali e internazionali e molti libri.

Caro maestro
caro amico
Era il 1983 quando all’Università La Sapienza di Roma, presso la Clinica Psichiatrica del prof. Paolo Pancheri dove Giovanni Liotti (per tutti noi Gianni) era ancora ricercatore e da cui Vittorio Guidano era da poco uscito, veniva inaugurato un “Training di Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale” , il primo in Italia tenuto in ambito universitario, condotto da Giovanni Liotti e rivolto essenzialmente (ma non solo) agli studenti della Scuola di Specializzazione in Psichiatria diretta dal prof. Giancarlo Reda. Chiedemmo di fare un colloquio per entrare nel training nonostante la nostra giovanissima età, eravamo appena laureati, e fummo ammessi a condizione che vincessimo il concorso di specializzazione in psichiatria;  entrammo a fare parte di un gruppo di euforici pionieri di un nuovo modello di intervento clinico, tra i primi allievi di una nuova scuola che si era da poco formata anche in Italia.
Quello stesso anno veniva pubblicato negli Stati Uniti  il  libro di Vittorio Guidano e Giovanni Liotti, Cognitve Processes and Emotional Disorders, ( a breve in libreria tradotto e pubblicato da Apertamenteweb Edizioni) cui veniva assegnato il Premio Guilford per “il miglior testo di psicoterapia del 1983”.
Rileggendo Cognitive Processes and Emotional Processes ci siamo davvero emozionati, ritrovando in esso tutte le radici del nostro apprendimento di quegli anni e l’intero lavoro clinico che ha accompagnato la nostra attività di psicoterapeuti insieme a Gianni. In esso abbiamo ritrovato gran parte delle nostre strategie di intervento abituali , entrate nella nostra memoria procedurale di terapeuti ormai “maturi”.
Appare chiaro perché proprio a partire da questo testo, la riflessione teorica e clinica di Guidano e Liotti divenne già allora oggetto di attenzione da parte della comunità scientifica internazionale, proponendo un approccio autonomo e innovativo (conosciuto fin da allora come “la scuola italiana”) pur rimanendo pienamente all’interno della prospettiva psicoterapeutica  “cognitivista”.
Sono passati 35 anni e l’amicizia e la collaborazione con Gianni non si è mai affievolita, gli incontri e gli “scontri” con lui sono stati sempre motivo di grande crescita intellettuale ed emotiva. Grazie Gianni per tutto quello che ci hai dato, ti faremo onore con il nostro ricordo e il nostro lavoro e continueremo con tutte le nostre forze a coltivare i tuoi insegnamenti, sempre all’insegna dell’amicizia e dell’affetto che ci ha legati.

ANTONIO ONOFRI e CECILIA LA ROSA

(nella foto Giovanni Liotti, a  sinistra, con VIttorio Guidano)


Apertamentweb Editore - Roma, via Alida Valli 30 - 00138
mail@apertamenteweb.it - Tel.039 068416697
Partita IVA e Codice fiscale 14419911004
IBAN: IT06G0301503200000003621313 intestato a Apertamenteweb
Torna ai contenuti